Wellness tools

IL MISTERO DELLA RIFLESSOLOGIA

Per riflessologia si intende la proiezione sulla superficie del corpo, in particolare in certe aree delimitate, della mappa intera del corpo.

La proiezione corrisponde sia alla diagnosi, sia alla terapia, come in agopuntura.

Possiamo conoscere come sta un organo guardando o toccando il suo punto corrispondente sulla mappa proiettata all’esterno sulla cute (fase diagnostica), ma possiamo anche indurne il riequilibrio stimolando opportunamente questa stessa area (fase terapeutica), proprio come avviene per l’agopuntura.

E’ possibile conoscere come sta un organo guardando o toccando il suo punto corrispondente sulla mappa proiettata all’esterno sulla cute (fase diagnostica), ma si può anche influenzarne il riequilibrio stimolando opportunamente questa stessa area (fase terapeutica), proprio come avviene per l’agopuntura.

Le aree riflessologiche più note sono: il cranio, i padiglioni auricolari, le iridi, le arcate dentarie, la schiena, l’addome, la mano, la pianta del piede e infine, last but no least, il viso.

 

AGOPUNTURA

L’Agopuntura fa parte della Medicina Tradizionale Cinese (MTC), sviluppata in Cina a partire da altre 2000 anni fa, grazie alle ricerche cliniche condotte da generazioni di medici. Le Case Imperiali cinesi stimolarono nel corso dei secoli le ricerche nel campo della MTC e dell’agopuntura e sostennero la pubblicazione di centinaia di opere scientifiche sull’argomento. Nel mondo vi sono attualmente oltre un migliaio di pubblicazioni scientifiche sull’agopuntura ogni mese.

Le ricerche millenarie sull’agopuntura hanno evidenziato una relazione fra la superficie cutanea del corpo e gli organi interni. Ogni punto della superficie cutanea è in relazione con un organo o una funzione interna.

L’agopuntura sa che stimolando con un ago il punto corrispondente a un organo malato, tale organo riacquista vitalità e salute e analogamente il punto corrispondente si normalizza.

L’ago è costituito da un manico argentato o dorato o rivestito di rame, mentre il fusto è di acciaio. Si forma così un potenziale bimetallico, dovuto alla diversa elettronegatività dei due elementi. Quando si introduce l’ago nella cute si ottiene pertanto una stimolazione sia meccanica, sia elettrica.

VISOLOGIA

La Visologia è la regina delle riflessologie, in quanto sul viso giungono tutti i meridiani di agopuntura del corpo contemporaneamente e si possono avere molte informazioni semplicemente guardando in viso una persona, senza la necessità di spogliarla di qualche indumento, come le scarpe e le calze, per esempio, per quanto riguarda la riflessologia del piede.

Visologia - Mappa

Inoltre anche la terapia è molto efficace, poiché in certe aree si possono trattare contemporaneamente con un solo ago due meridiani importanti, come il meridiano del colon e dello stomaco per esempio, a livello circa del punto della guancia lateralmente alle ali del naso che in Visologia corrisponde al pancreas.

Dunque con un solo ago è possibile equilibrare la funzionalità di stomaco, pancreas e colon. Tuttavia dal punto di vista pratico il paziente non è contento di farsi pungere punti del viso con gli aghi.

 MV60 THERAPY

E’ possibile conoscere come sta un organo guardando o toccando il suo punto corrispondente sulla mappa proiettata all’esterno sulla cute (fase diagnostica), ma si può anche influenzarne il riequilibrio stimolando opportunamente questa stessa area (fase terapeutica), proprio come avviene per l’agopuntura.

Le aree riflessologiche più note sono: il cranio, i padiglioni auricolari, le iridi, le arcate dentarie, la schiena, l’addome, la mano, la pianta del piede e infine, last but no least, il viso.

 Il dispositivo “Meridian V60” consiste in uno speciale bastoncino in grado di riequilibrare i punti alterati come un ago di agopuntura, ma senza la necessità di pungere o premere con forza sulla pelle. Il dispositivo “Meridian V60”,  equilibra i meridiani di agopuntura, in particolare agendo sui punti dei meridiani delle 60 aree del viso. Il trattamento di ogni singolo punto richiede un’applicazione di soli 10 secondi.

Il Meridian V60 semplicemente si appoggia per almeno 10 secondi sul punto da trattare sul viso e poi su altri punti di agopuntura scelti opportunamente e si verifica l’effetto rimisurando i punti di agopuntura alterati. Non vi è il minimo rischio di fastidi o effetti collaterali.

Anche se non si evidenziano effetti indesiderati e rischi, anche in luogo di usi scorretti, questo dispositivo è dedicato a medici e ad operatori professionali di medicina complementare, olistica, alternativa, specializzati in agopuntura, misurazioni bioelettroniche cutanee, riflessologia.

Tuttavia è in fase di studio e sviluppo la progettazione di un manuale di istruzioni per l’uso, sicuro, adatto e utilizzabile per autotrattamenti in ambiente domestico, su prescrizione e supervisione del proprio medico curante o del proprio specialista accreditato.

L’efficacia del dispositivo Meridian V60 viene comprovata tramite misurazioni bioelettroniche mediche cutanee, con il metodo riconosciuto in medicina come E.A.V. (Elettro-Agopuntura secondo Voll).

BIOELECTRONIC TEST EAV

L’esame elettrofisiologico secondo Voll è un esame di misura elettronica dei punti di agopuntura; i parametri valutati sono la conducibilità e la capacità elettrica. I punti neurovegetativi dell’Elettro-Agopuntura secondo Voll (E.A.V.) corrispondono alla regolazione funzionale elettrica del corpo.

Gli studi del Prof. R. Voll dimostrano che le alterazioni biologiche e funzionali  del vivente corrispondono a variazioni instabili di conducibilità elettrica dei punti neurovegetativi, meglio noti come punti di agopuntura. Quindi è possibile monitorare, in generale, l’attività elettrica a livello cutaneo, per determinare potenziali lacune funzionali biologiche.